Arearea vi invita ad un settembre ricco di appuntamenti:

RUEDIS_ruote di confine

venerdì 5 settembre 2014 ore 19.00
MANIAGO -Partenza dall’ingresso del Castello di Maniago

http://www.maniago.it/dati/agendine/31Festa2014.pdf

domenica 7 settembre 2014 ore 16.00
GROTTE DI OLIERO – Ciclopista del Brenta Bassano del Grappa/Borgo Valsugana

http://www.operaestate.it/evento/cycling-dance/

venerdì 12 settembre 2014 ore 18.30
CORMONS – Partenza da Via Cancelleria Vecchia

striscia ruedis

Un’anima d’acciaio (il telaio), curve eleganti (sistema di sterzo), movimenti concatenati dati dagli organi di trasmissione e una verità laterale: le ruote.Per danzare la Grande Guerra Arearea ha bisogno di una bicicletta. Ruedis_ruote di confine è uno spettacolo itinerante articolato in quattro scene collocate in diversi spazi della città:

  1. 1913 secondo Duchamp
  2. Trincea
  3. Muto
  4. Orizzonti

Su telai dei primi del Novecento e incalzati da musiche dal vivo d’ispirazione futurista, Arearea porta all’estremo l’elogio del dinamismo che ha spinto il mondo intero dritto alla guerra. Esaltazione, patriottismo e gloria hanno travolto milioni di essere umani. I sei danzatori Arearea ricercano, in quel frastuono, l’affermazione della vita, la bellezza dell’incontro con l’altro, la pace.

Coreografia: Marta Bevilacqua
Danzatori: Marta Bevilacqua, Luca Campanella, Roberto Cocconi, Valentina Saggin, Anna Savanelli, Luca Zampar.
Musiche originali: Leo Virgili, Gabriele Cancelli
Esecuzione del vivo: Leo Virgili, Gabriele Cancelli, Marko Lasic
Elementi di scena e cicloscenografia: Belinda De Vito
Sarta: Antonella Guglielmi
Biciclette d’epoca: Davide Portinari
Organizzazione: Federica Giuliano
Ufficio stampa: Giulia Birriolo
Progetto grafico: Belinda De Vito
Fotografia: Alessandro Rizzi
Video: Mimetos
Produzione: Associazione Culturale Arearea 2014
Co Produzione: Associazione Mittelfest 2014
Con il sostegno di: MIBACT Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo– Dipartimento dello Spettacolo dal Vivo
Grazie a: Andrea Cassina, Emanuele Gereon, Tommaso Pascolini

 

PANTA REI

domenica 14 settembre 2014 ore 15.30
Giardini della Reggia di Venaria Reale – Torino

PantaRei Nati1

http://www.lavenaria.it/web/it/calendario/eventi/details/218-in-situ.html

Panta rei, in greco tutto scorre, è il celebre e discusso aforisma del filosofo Eraclito che racchiude il senso della dottrina del divenire.Partiamo da qui, da questa ispirazione semplice e profonda, per proseguire la nostra ricerca di unione tra la filosofia, la danza e lo spazio urbano.

Panta rei è la prima tappa di un progetto che intende collocare nello spazio e nel tempo dell’arte i filosofi e i loro concetti.

Si tratta, per noi, di rintracciare degli ambienti significativi per rendere concreto e performativo il pensiero filosofico.
Per Eraclito, dunque, un fiume.
Il suo pensiero su acqua che scorre incessantemente.

“Non si può discendere due volte nel medesimo fiume e non si può toccare due volte una sostanza mortale nel medesimo stato, ma a causa dell’impetuosità e della velocità del mutamento essa si disperde e si raccoglie, viene e va.”
Eraclito

Di: Marta Bevilacqua
Con: Marta Bevilacqua e Valentina Saggin
Musiche: Ryoji Ikeda, Alva Noto, Andrea Belfi
Tecnico: Fausto Bonvini
Elementi di scena: Compagnia Arearea
Produzione: Consorzio la Venaria Reale e Compagnia Arearea
Con il sostegno di:IN SITU, nel quadro del progetto META 2011-2016, finanziato con il sostegno della Commissione Europea (DG EAC – programma Cultura)