Cari amici la Compagnia Arearea è lieta di segnalarvi i prossimi appuntamenti per il mese di Gennaio.

NARCISO_IO

L1069705

Sabato 9 Gennaio ore 21.00 Stagione Contatto, Teatro Palamostre, Udine
http://www.cssudine.it/spettacoli_scheda.php/ID=945

Narciso_io
Coreografia e danza: Marta Bevilacqua e Leonardo Diana
Musiche: Alva Noto, Laurie Anderson, Crookers, Helen Merrill, Pharrell Williams
Luci: Fausto Bonvini
Costumi: Lucia Castellana
Coproduzione: Compagnia Arearea, Compagnia Versiliadanza
in collaborazione con: Amat e Civitanova Danza per Civitanova Casa della Danza, Armunia Castello Pasquini – Festival Inequilibrio, Castiglioncello, Lo Studio – Udine, Teatro Cantiere Florida – Firenze
Durata: 55 min.

La figura di Narciso, persiste eternamente nella realtà quotidiana della nostra società, spingendo sempre più verso una deriva individualistica. Quella attuale potrebbe essere tranquillamente definita come l’era del trionfo estetico a discapito del confronto e del dialogo e ancor di più dell’incontro tra gli individui. La confusione generale porta ad un’omologazione dell’essere umano che mira più al raggiungimento di uno stereotipo di bellezza che alla formazione e crescita di una propria identità. I coreografi Marta Bevilacqua e Leonardo Diana si incontrano per studiare il narcisismo. Mettono insieme le loro capacità autorale e visionaria per solleticare un argomento tanto attuale quanto controverso della cultura del nostro tempo. Interrogarsi sugli aspetti della vanità e della centralità del sé spinge i due coreografi a elaborare un piano di ricerca con l’intento di raccogliere materiali, comporre partiture virtuose e virtuali, rintracciare la chiave per conoscere se stessi.

ABOUT:BLANK

ABOUT

Sabato 23 Gennaio ore 20.45  Teatro Orsaria di Premariacco
Ideazione: Roberto Cocconi
Coreografia: Roberto Cocconi, Valentina Saggin, Anna Savanelli, Luca Zampar
Disegno luci: Daniela Bestetti
Video: Michele Innocente
Musiche: Raime, David Lang, Forest Swords, Burial
Produzione: Arearea 2013

Un ritorno, dopo tanto tempo passato frettolosamente, dopo troppo spingersi in avanti: uno scarto laterale, fuori dal flusso primario. Un ritorno all’essenza, l’ assenza narrativa, nè contenuti nè vincoli letterari. La danza è indefinibile, come disse Cunningham, cercare di esprimerla è impossibile, non farà altro che sfuggirvi.

Si segnala inoltre:
Venerdì 15 Gennaio ore 19.00 Via Corti 3/sede Actis, Trieste
Secondo appuntamento di un ciclo di conferenze:
PER UN’INTRODUZIONE ALLA DANZA CONTEMPORANEA
a cura di Marta Bevilacqua

Compagnia Arearea/Lo Studio
via Fabio di Maniago 15, Udine
info@arearea.it
www.arearea.it