s
God, don’t save the Queen!

Una figura giunge ad un trono. Qualcosa si trasforma: l’IO cresce fino a possederla, corroderla, modificarla. Il dominio
distrugge l’amore, quell’amore che ci permette di vedere l’altro come persona e non come oggetto con cui giocare.
Questa sete di egoismo non può che portare a far perdere la testa.

COREOGRAFIA:
Valentina Saggin

Danzano:
Valentina Saggin

Musiche:
Ólafur Arnalds, Alva Noto, Brian Eno, Zoë Keating, Sex Pistols

Rielaborazione sonora:
Patrick Scotti

Voci:
Alessandro Maione, Valentina Saggin

Luci:
Daniela Bestetti

Testo:
estratto da “Chioma” di Mariangela Gualtieri

Produzione:
Arearea © 2015

Durata: 30 MIN.

consulenza artistica:
Marta Bevilacqua, Alessandro Maione

INDIETRO
ASSOCIAZIONE CULTURALE AREAREA / PI 01856180300 / CON IL SOSTEGNO DEL MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI / PRIVACY / COOKIE / CREDITS