s
Il Rovescio

ll Rovescio è insieme un’azione e una situazione. E’ un evento che modifica la prospettiva, un’azione imprevista che sposta la dinamica del presente. Il mio nuovo progetto affronta, ancora una volta, il caro tema del doppio.

 

Ne Il Rovescio il doppio si allontana dall’ambito psicologico ed introspettivo per guardare alle sorti della cultura contemporanea e della convivenza sociale.

 

Il Rovescio saltella, nelle speranza di vincere la gravità, e si guarda intorno accompagnato da un grande classico della cultura della pace, della speranza, del rispetto della complessità esistenziale: Dark Side of the Moon concepito nel 1973 dal mitico gruppo britannico Pink Floyd. I quattro performer si misurano con parole che oggi paiono vuote: potere, libertà, temperanza, diritto (tra le altre).

 

Nella mercificazione dei linguaggi dell’arte, nell’omologazione delle tendenze culturali, nel subissamento della bellezza appannaggio delle verità ad effetto, il Rovescio si staglia nella mia ricerca artistica con una punta di autoironia e una messa al centro dei contenuti che ancor oggi, con un senso sempre più agguerrito sulla didascalia, alimentano la quotidiana lotta alla superficialità: quella che si traveste di ogni cosa o che urla un giorno e poi si addormenta tra le mediocrità sfavillanti della comunicazione globale. Ma che cosa rovesciamo noi? Ne siamo ancora capaci? Potremo mai invertire la tendenza?

 

Il Rovescio si nutre de: Il Diritto e il Rovescio di Albert Camus, Les amour sospendu dell’illustratrice Marion Fayolle, le immagini protosatiriche de Le Monde Renversè.

Coreografia:
Marta Bevilacqua

Assistente alla coreografia:
Valentina Saggin

Danzano:
Alejandro Bonn, Angelica Margherita, Gioia Martinelli, Carolina Alessandra Valentini

musiche:
Dark Side of The Moon - Pink Floyd

Sovratitoli tratti da:
Il Diritto e il Rovescio di Albert Camus

light designer:
Daniela Bestetti

video e followspot operator:
Stefano Bragagnolo

produzione:
Compagnia Arearea

co-produzione:
HangartFest – Pesaro

con il sostegno di:
Dialoghi Residenza delle arti performative a Villa Manin Css Teatro Stabile d’Innovazione Udine.

con il sostegno di:
MiBACT

foto:
Benedetta Folena



04 ottobre 2019
Pesaro_ Prima assoluta _ Hangartfest
INDIETRO
ASSOCIAZIONE CULTURALE AREAREA / PI 01856180300 / CON IL SOSTEGNO DEL MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI / PRIVACY / COOKIE / CREDITS