s
Cercando Tina

La valenza culturale ed artistica della proposte della Compagnia Arearea in territorio udinese ha messo le basi per una originale istanza progettuale che coinvolge i Musei Civici e in particolare il Museo d’Arte Contemporanea Casa Cavazzini.

Casa Cavazzini è stato spazio creativo che ha ospitato le danzatrici Arearea all’interno dell’esposizione dedicata a Tina Modotti.

Il percorso gestuale proposto da Arearea si è intrecciato con le istallazioni e ha dato volume al percorso della mostra.

La vita di Tina Modotti è insieme un romanzo e un’opera d’arte, una storia di creazione e di rivoluzione, un incrocio intenso tra la profondità di una donna e la rivoluzione di un mondo stanco dei totalitarismi.

Così come la sua produzione fotografica si è alimentata dell’umano, dei gesti quotidiani e di una vita al margine, così l’ispirazione gestuale parte da ispirazioni fotografiche per mettersi in ascolto della femminilità del personaggio Tina.

Il lavoro predilige l’ascolto piuttosto che l’impatto artistico, lo sguardo piuttosto che l’analisi.

COREOGRAFIA:
Marta Bevilacqua

Danzano:
Angelica Margherita, Anna Savanelli, Valentina Saggin, Marta Bevilacqua

Produzione:
Arearea 2015

Con il sostegno di:
Museo d’Arte Contemporanea Casa Cavazzini
ERT Ente Regionale Teatrale – Circuito Danza FVG
MiBACT


Durata: 45 MIN.

13 dicembre 2015
08 dicembre 2015
INDIETRO
ASSOCIAZIONE CULTURALE AREAREA / PI 01856180300 / CON IL SOSTEGNO DEL MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI / PRIVACY / COOKIE / CREDITS