s
Frammenti d’amore

Amore è un demone possente che sta tra i mortali e gli immortali.

 

Il corpo desiderato si dischiude alla nudità che è polifonia di linguaggi, di gesti, di respiri, di parole sussurrate. E’ questa la lussuria, dove la semantica della luce si confonde con quella della grazia, e dove la nudità nasce senza decisione, come la luce nello sguardo dell’ innamorato. La lussuria è la rinuncia alla vergogna come ultima autodifesa, perfetto disarmo della consegna di sé, oblio della misura, cedimento della mente che è la roccaforte della ragione, incapace, a differenza di eros, di sfiorare la verità senza possederla. E’ la lussuria a sovvertire qualsiasi ordine, anche quello naturale, a sprigionare la fantasia irrefrenabile verso la trasfigurazione, a voler passare dal linguaggio della visione a quello del tatto, dall’ebrezza all’estasi della partecipazione.

Dentro la cornice dell’eternità  Paolo, Francesca e Giangiotto cantano e languono per la loro sventura. Emettono suono distorti, lamenti e sospiri, gemiti e sussurri che restituiscono la bufera nella quale sono condannati. La creazione trae ispirazione dalle opere pittoriche che ritraggono la celebre trasgressione. I tre danzatori, sulle musiche della violoncellista Martina Bertoni, compongono forme chiuse, le distruggono, le alterano fino ad accettare la loro condizione dannata.

Il V Canto dell’Inferno è quasi interamente dedicato a questa vicenda d’amore. Tra i lussuriosi del secondo cerchio dell’Inferno, Dante Alighieri incontra le anime di Paolo Malatesta e Francesca da Polenta, che volano affiancate attirando la sua attenzione: Virgilio lo invita a chiamarli, i due dannati si avvicinano e raccontano la loro storia. Lei era sposata al fratello di lui e avevano intrecciato una relazione, prima di essere entrambi assassinati per mano dello sposo tradito.

COREOGRAFIA:
Marta Bevilacqua

Coproduzione:
Dance Project Festival @2021

Danzano:
Fabio Caputo (Paolo), Cecilia Croce (Francesca), Lorenzo Nocentini (Giangiotto)

Musiche:
Martina Bertoni

Produzione:
Compagnia Arearea

Durata: 30 MIN.

elementi di scena
Ilaria Bomben



21 ottobre 2021
Berna_ Heitere Fahne _ XXI Settimana della lingua italiana nel Mondo
15 settembre 2021
Trieste_ Teatro Basaglia_ Dance project festival
26 agosto 2021
Trieste_ Chiesa Evangelica Luterana_ Festival Approdi 2021
INDIETRO
ASSOCIAZIONE CULTURALE AREAREA / PI 01856180300 / CON IL SOSTEGNO DEL MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI / PRIVACY / COOKIE / CREDITS